Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Società \ Cultura e arte

Il compleanno dei Vêpres siciliennes, un'occasione per riascoltare il capolavoro verdiano

Les Vêpres siciliennes come tante opere di Giuseppe Verdi continua ad affascinare il pubblico anche grazie alle nuove regie

Un altro compleanno da festeggiare. Il 13 giugno 1855, come oggi ma di 159 anni fa, andava in scena all’Opéra di Parigi «Les Vêpres siciliennes», il primo melodramma che Giuseppe Verdi scrisse espressamente per il pubblico parigino (se si eccettua «Jerusalem» di otto anni prima che era il rifacimento in lingua francese de «I lombardi alla prima crociata») che racconta un avvenimento storico: i moti del 1282 a Palermo che portarono i siciliani a cacciare i dominatori francesi. Sopportando una fatica da ammazzare un toro – come ebbe a dire Verdi della composizione de «Les Vêpres siciliennes» – vivendo liti e patendo tormenti (il contratto fu sul punto di essere reciso perché la primadonna abbandonò le prove per una fuga d’amore in Costa Azzurra) l’opera andò regolarmente in scena, con un esito trionfale da ben 50 recite. Ma fu successo di breve durata, perché le repliche si protrassero stancamente fino al 1863, fino a quando cioè Verdi apportò alcune modifiche alla partitura che però non suscitarono affatto le antiche accoglienze, cosicché due anni dopo l’opera scomparve dal cartellone dell’Opéra diventando una rarità anche negli altri teatri non francesi. E allora è proprio con il gusto di assaporare un vivo raro e pregiato (Arrigo Boito disse che sarebbe lunghissimo l’annoverare le grazie e le robustezze tutte di quest’opera solenne, perché si dovrebbe su ogni pezzo soffermarsi ad ammirare) che La Voce Umana di venerdì 13 giugno vi propone per questo compleanno verdiano le arie dei protagonisti de «Les Vêpres siciliennes» e due duetti da loro interpretati, estratti dall’unica incisione discografica reperibile della versione originale dell’opera: con Mario Rossi alla direzione del Coro e dell’Orchestra della BBC e i cantanti Jacqueline Brumaire, Jean Bonhomme, Ayhan Baran e Neilson Taylor. Una recita live registrata al Camden Theatre di Londra il 10 maggio 1969.

La Voce Umana di e con Paolo Di Nicola va in onda ogni venerdì alle 21:30, con replica alle 4:30 del sabato successivo.