Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Chiesa \ Dialogo interreligioso

Colombia: incontro interreligioso per la pace nel Paese

Il card. Salazar Gómez uno dei tre firmatari del documento interreligioso per la pace nel Paese

03/07/2014

Cattolici, ebrei e musulmani in Colombia hanno firmato una storica dichiarazione comune per la pace. Come riferisce l'agenzia Fides, l’accordo è avvenuto il 1° luglio presso il palazzo arcivescovile di Bogotá, alla presenza del card. Rubén Salazar Gómez, arcivescovo di Bogotà, del rabbino Alfredo Goldschmidt e del leader musulmano Ahmad Tayel.

La nota inviata a Fides dalla Conferenza episcopale colombiana, riferisce che nel documento, queste comunità, si impegnano a continuare a percorrere insieme le vie per la pace e per la riconciliazione in Colombia.

“Purtroppo lungo la storia religiosa si è dimostrato che vi è stata rivalità tra le comunità religiose, anche si segue lo stesso Dio. Papa Francisco ha voluto compiere a Roma un gesto di riconciliazione tra due nemici che oggi sembrano inconciliabili, Israele e Palestina. Imitando questo gesto ci siamo radunati in un momento di preghiera per invocare la pace in tutto il mondo, ma soprattutto per la pace in Colombia”, ha spiegato il card. Salazar.

Il rabbino Alfredo Goldschmidt, rappresentante della comunità ebraica, ha detto che “la preghiera per la pace è l'occasione per chiudere la porta dell’odio e della violenza: è quanto accade in Colombia, come in Medio Oriente”.

La celebrazione per la pace ha previsto momenti di musica e preghiera e, sul finire, la firma e lettura della dichiarazione interreligiosa da parte delle tre comunità. Ospite e testimone è stato il vice presidente della Repubblica, Argelino Garzón, che ha voluto sottolineare il gesto come esempio per i colombiani e per tutti gruppi e le nazioni in situazione di guerre fratricide. (R.P.)

03/07/2014