Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Europa

Ue: semestre di presidenza italiana, la sfida per tornare credibile

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi al Parlamento Europeo di Strasburgo per presentare il semestre italiano, 2 luglio 2014. Ansa/Filippo Attili/Ufficio stampa Palazzo Chigi

03/07/2014

"Oltre ai vincoli di bilancio, i cavalli di battaglia della presidenza italiana riguarderanno essenzialmente il lavoro e l' immigrazione ma" - commenta il responsabile del programma Europa dell'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, Antonio Villafranca - "non bisogna farsi facili illusioni. I Trattati non saranno toccati e quindi le politiche di immigrazione rimarranno saldamente nelle mani degli stati membri. L'unica cosa che si potrà chiedere" - aggiunge - "è di investire di più, rafforzando per esempio l'agenzia Frontex ma, al di là di questo" - conclude l'esperto - " credo non si farà altro. Quello a cui deve tendere l'Italia è prima di tutto recuperare credibilità."

Con il discorso a Strasburgo del premier Matteo Renzi, prende il via il semestre di presidenza italiana al Consiglio dell'Unione europea. Molte, forse anche troppe, le aspettative per un'opportunità che l'Italia deve comunque sfruttare al meglio se vuole ristabilire più fiducia all'interno del Paese e agli occhi degli altri patners europei.


(Emanuela Campanile)

03/07/2014