Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Italia

Alitalia, ok di Etihad. Del Torchio: servono approfondimenti

L'ad di Etihad Hogan e quello di Alitalia Del Torchio il 16 luglio scorso - ANSA

L'ad di Etihad Hogan e quello di Alitalia Del Torchio il 16 luglio scorso - ANSA

Etihad investe sull’Alitalia. Dunque risposta positiva dalla compagnia aerea degli emirati, come annunciato dall’ ad dell’azienda italiana, Del Torchio. La firma sarà l’otto agosto, però – aggiunge Del Torchio – serve ancora qualche approfondimento. Dino Frambati:

Risposta positiva quella ricevuta oggi da Alitalia da parte della Compagnia degli Emirati Arabi, Etihad, sul rafforzamento patrimoniale, di fatto la salvezza dal fallimento, di circa 300 milioni di euro. Lo ha annunciato l'ad Alitalia, Gabriele Del Torchio, dopo il Consiglio di Amministrazione di stamattina a Fiumicino. Anche se, ha aggiunto, occorrono ancora alcuni approfondimenti. Fatto questo confermato anche da fonti vicine ad Etihad. La firma è prevista per il prossimo 8 agosto, quando verrà convocata l'assemblea per approvare l'aumento di capitale. La risposta araba è arrivata con lettera, che il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, ha definito “molto positiva”, confermando che all'accordo definitivo mancano solo pochi dettagli. Etihad investirà 560 milioni in Alitalia, pari al 49% del capitale della società, formata da vecchi soci, Banca Intesa e Unicredit e nuovi tra cui Poste Italiane. Resta il grave problema esuberi. Attivata la mobilità per quasi 2.200 dipendenti, tra Alitalia ed AirOne. 1.600 addetti a terra, 126 piloti, 420 assistenti di volo. Il numero esatto sarà individuato entro il 15 settembre previa trattativa sindacale.