Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Società \ Cultura e arte

Musica e cultura in Corea tra innovazione e tradizione

La Corea del Sud sta riscoprendo le proprie radici anche attraverso la musica tradizionale

La musica in Corea del Sud è parte integrante della cultura, ma solo negli ultimi decenni si sta recuperando la tradizione più antica. E' singolare che parallelamente a questo recupero il Paese stia facendo enormi passi avanti nella produzione tecnologica più avanzata.

In occasione del viaggio del Santo Padre in Corea, ne parliamo in studio con due musiciste che sono nate in Corea ma vivono in Italia: il mezzosoprano Jee Hee Han e la violoncellista Rina You. In studio con Marco Di Battista anche Giuliano Canevacci, che ha ideato queste due puntate speciali di Note d'estate. L'appuntamento è per i venerdì 8 e 15 agosto.

Il racconto delle due ospiti descrive una realtà attentissima alla musica fin dai primi anni della scuola dell'obbligo. Il repertorio studiato ed eseguito è stato per molto tempo quello della musica classica occidentale. Solo negli ultimi anni si sta recuperando l'affascinante eredità del passato. Il confronto tra due culture diverse è ben sintetizzato dall'impatto che i musicisti coreani hanno nel frequentare i conservatori italiani o le scuole di musica nel resto d'Europa.

Nelle due puntate avremo l'occasione di ascoltare anche strumenti tradizionali coreani. Non poteva mancare il canto dell'Arirang, quasi un secondo inno nazionale per tutti i coreani.

Note d'estate è un programma di Marco Di Battista e va in onda tutti i venerdì da luglio a settembre alle 16.28 sul quinto canale della Radio Vaticana. In replica il sabato alle 4 del mattino sul quinto canale e alle 14 sul secondo.