Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Americhe

Messico: in aumento arresti bambini migranti al confine Usa

Messico: bambini non accompagnati arrestati al confine Usa - AP

Sono in totale oltre 66.000 i bambini migranti arrestati per aver attraversato illegalmente la frontiera fra Messico e Stati Uniti negli ultimi 12 mesi, iniziati nell’ottobre scorso, l’88% in più rispetto all’anno precedente.

I numeri forniti dal Dipartimento della sicurezza nazionale nordamericano - riferisce l'agenzia Misna - riguardano minori non accompagnati originari prevalentemente dell’America Centrale: ad agosto quelli catturati dalla Border Patrol, la polizia di frontiera, provenivano da Salvador, Messico, Guatemala e Honduras.

Rispetto ai mesi precedenti, le statistiche mostrano un calo nell’affluenza dall’Honduras, che finora era invece in testa alla lista per numero di bambini migranti. Un’emergenza, concentrata soprattutto nell’area di confine del Rio Grande (o Rio Bravo), che Barack Obama non ha esitato a definire “crisi umanitaria” chiedendo al Congresso di stanziare fondi per 3,7 miliardi di dollari per farle fronte, ma finora senza riuscirci.

I Presidenti dei Paesi dell’America Centrale hanno chiesto alla Casa Bianca un mini-Piano Marshall per consentire alla regione di lottare con più efficacia contro l’insicurezza e il narcotraffico che spingono un crescente numero di adulti, giovani e bambini a migrare verso la frontiera statunitense. (R.P.)