Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Società \ Economia e Politica

Card. Maradiaga: torni l'etica nell'economia

Il card. Oscar Maradiaga - ANSA

Il card. Oscar Maradiaga - ANSA

"Non ci può essere una crescita economica all’infinito. Bisogna che l’etica torni nell’economia". Così il cardinale Oscar Andrés Rodriguez Maradiaga, presidente di Caritas Internationalis e coordinatore di C9, si è espresso intervenendo ieri sera, all’Augstinianum, alla presentazione del libro “Papa Francesco. Questa economia uccide”, scritto da Andrea Tornielli, coordinatore di "Vatican Insider", e Giacomo Galeazzi, vaticanista de La Stampa, per i tipi della Piemme edizioni. Il servizio di Elvira Ragosta:

“Se l’economia non è per l’uomo, bisogna avere il coraggio di cambiarla”, dice il card. Oscar Maradiaga nel commentare il libro dei vaticanisti Tornielli e Galeazzi, e ricorda che l’austerità è una virtù cristiana di cui tutti abbiamo bisogno, mentre quelle che chiede la troika sono misure durissime che fanno soffrire soprattutto i più poveri”. Il libro “Questa economia uccide”, edito da Piemme, prende il titolo da una frase contenuta nell’Esortazione apostolica "Evangelii Gaudium" ed è dedicato alla visione economica e sociale di Papa Francesco, come spiega uno degli autori, Andrea Tornielli:

"Oggi viviamo l’assurdità che l’unico criterio per vedere su uno Stato sta bene è lo spread  e non la vita reale dei cittadini e delle persone: se hanno servizi, se hanno lavoro… E allora il Papa dice che dobbiamo fermarci da questa cultura dello scarto, facendoci riscoprire pagine della Dottrina sociale della Chiesa che, purtroppo, sono state un po’ dimenticate – questo bisogna dirlo".

Oltre a raccogliere gli interventi e i documenti del Papa su economia, povertà e giustizia sociale, i due autori hanno messo a confronto anche esperti di economia e Dottrina sociale della Chiesa. Ancora Andrea Tornielli:

"Gli esperti che hanno parlato sono un’economista, un banchiere: non ci sono ricette tecniche. Il nostro piccolissimo tentativo sarebbe quello di poter aiutare in qualche modo affinché su questo si apra un confronto, perché la Dottrina sociale della Chiesa non è di per sé una ricetta, però ci aiuta a capire che il cattolico, anche agendo nel mondo della politica o in quello della finanza, non può accettare si sottostare alla regola che “business is business”, e dunque tutti fanno affari come tutti gli altri e poi magari se una persona è cristiana fa una parte di carità. La domanda va anche posta in questa direzione: ovvero, se non sia necessario che intervenga qualcosa prima nel modo in cui una persona affronta e sta sul mercato, facendo l’imprenditore o agendo nel mondo della finanza".

In chiusura, il volume ospita un’intervista a Papa Francesco, in cui il Pontefice risponde a quanti definiscono di ispirazione marxista i suoi interventi. Sull’argomento Andrea Tornielli conclude:

"È una critica piuttosto grossolana, va detto. Chi l’ha fatta conosce poco o niente della Dottrina sociale della Chiesa e purtroppo conosce anche poco del marxismo. Dunque, il Papa ha risposto dicendo che non è un’accusa che lo offende, perché ha conosciuto tanti marxisti buoni, però che l’ideologia del marxista è del tutto sbagliata, non ha nulla a che fare con il cristianesimo".