Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Società \ Cultura e arte

Don Costa: Lev aumenta le vendite, "primavera" del libro religioso

Lo stand della Lev alla Fiera del Libro di Torino 2014

Lo stand della Lev alla Fiera del Libro di Torino 2014

Spira aria di “primavera” nel settore dell’editoria religiosa. Le Encicliche di Papa Francesco lo dimostrano, ma non solo. Il direttore della Libreria Editrice Vaticana (Lev), don Giuseppe Costa, parla di un 12-15% di richieste in più registrate dalla Lev alla recente Fiera del Libro di Francoforte. E tendenza analoga di è avuta durante l’Incontro mondiale delle Famiglie a Filadelfia, come pure – restando in Italia – nei giorni della rassegna di Pordenone, dove da anni la Libreria vaticana è protagonista.

“L'ultima Enciclica del Santo Padre, ‘Laudato si'’, attualmente – riferisce don Costa – è pubblicata nel mondo da 60 editori, molti dei quali nostri nuovi clienti provenienti in modo particolare dall'America Latina, ma anche dall'Europa”. Il direttore della Lev spiega che la “primavera” del libro religioso è dovuta anche al fatto che tale tipologia editoriale “ha ampliato il proprio orizzonte. Non è più – asserisce don Costa – un libro di liturgia come nel passato, ma è un libro destinato a tutti in quanto tratta del rapporto con la fede, la società, l'attualità e il linguaggio”. E noi della Lev, sostiene, “siamo stati promotori di questa nuova tendenza. La vendita dei diritti d'autore del magistero del Papa ha agevolato notevolmente il nostro contatto con gli editori generalisti, permettendoci di fare apprezzare l'intera nostra produzione editoriale”.

Sulle prossime iniziative della Lev, don Costa parla di prossima uscita di una “Sacra Bibbia economica in italiano”, mentre sono in preparazione diverse pubblicazioni sul Giubileo e al Magistero pontificio. Inoltre, sono tornati anche i “Venerdì di Propaganda”, gli ormai consueti e apprezzati incontri con importanti autori organizzati appunto nella libreria romana di via di Propaganda, vicino Piazza di Spagna.