Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Medio Oriente

Yemen: un kamikaze olandese dell'Is provoca almeno 7 vittime

Attentato in Yemen - AFP

Attentato in Yemen - AFP

Fa nuove vittime la strategia del terrore del sedicente Stato Islamico. Questa volta un attacco kamikaze ha preso di mira il palazzo presidenziale di Aden, in Yemen, provocando la morte di almeno 7 persone. A colpire, secondo le prime informazioni, un terrorista di origini olandesi. In Iraq, intanto, la controffensiva delle forze locali contro l'Is ha portato all'uccisione di un noto leader jihadista. Sentiamo Paola Simonetti:

  

La rivendicazione è passata sul web, sottolineando l'azione di un affiliato olandese, Abu Hunaifa al-Hollandi". Il sedicente Stato Islamico ci tiene a far sapere che l'attacco kamikaze messo a segno in Yemen, davanti al palazzo presidenziale della città di Aden ha come autore un combattente straniero, riuscito a penetrare e a far esplodere la sua autobomba nell'edificio provocando una carneficina: le vittime sono per la maggioranza agenti della sicurezza. Ma l'obiettivo dell'esplosione sembra fosse il sindaco di Aden, giunto in visita proprio al palazzo presidenziale. Azioni quelle dei jihadisti che si innestano in uno scenario già devastato dalla lotta dei ribelli houthi contro il governo centrale; guerre interne che hanno portato il Paese ad una situazione umanitaria drammatica: la Fao segnala 15 milioni di yemeniti ridotti alla fame, con quasi 2 milioni e mezzo di sfollati interni. Intanto, sul fronte iracheno prosegue la controffensiva contro l'Is delle forze di sicurezza irachene e delle milizie della Mobilitazione popolare, che hanno annunciato l'uccisione di un noto leader dello Stato islamico e di altri nove membri del gruppo terroristico nella citta' di Karma, nella provincia di al Anbar.