Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Chiesa \ Chiesa nel mondo

Giornata del Creato: la preghiera delle Chiese cristiane

Cura del Creato - RV

Cura del Creato - RV

Insieme, cristiani di tutte le chiese presenti in Europa, in preghiera per il Creato. E’ quanto invitano quest’anno a fare il Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee), la Conferenza delle Chiese europee (Kek) e la Rete cristiana europea per l’ambiente (Ecen) in una dichiarazione comune diffusa oggi dal titolo: “Tempo per la Creazione – Preghiamo insieme per apprezzare e avere cura del dono della creazione”. La Dichiarazione - riferisce l'agenzia Sir - è firmata da padre Heikki Huttunen, segretario generale della Kek, mons. Duarte da Cunha, segretario generale del Ccee, e dal rev. Peter Pavlovic, segretario dell’Ecen.

Offrire preghiere per il dono della Creazione
“Ci troviamo ad affrontare sfide urgenti – scrivono i responsabili dei tre organismi europei – in termini di degrado ambientale e cambiamento climatico e, incoraggiati dalle parole della lettera enciclica di Papa Francesco Laudato si’, a riconoscere la nostra responsabilità condivisa. Invitiamo calorosamente tutti i cristiani europei, le Chiese membri della Kek e le conferenze episcopali del Ccee, le parrocchie, le comunità ecclesiali e ogni persona di buona volontà ad aderire al Tempo per la Creazione, a celebrare insieme il Tempo per la Creazione nell’ambito delle nostre rispettive tradizioni liturgiche, e a sostenere la comune fede cristiana in Dio Creatore. Vi esortiamo, ognuno nel proprio ambiente, a offrire preghiere per il dono della Creazione”. 

Rispettare la creazione significa anche esprimere rispetto per gli esseri umani 
“Secondo il Vangelo – fanno notare le Chiese -, la responsabilità nei confronti dell’ambiente non può mai essere separata dalla responsabilità verso gli altri esseri umani: verso il nostro prossimo, verso i poveri, o i dimenticati, il tutto in un vero spirito di solidarietà e di amore. Rispettare la creazione non significa soltanto proteggere e salvaguardare la terra, l’acqua e le altre componenti del mondo naturale. Consiste anche nell’esprimere rispetto per gli esseri umani che condividono quei doni e ne portano la responsabilità”. 

Il Messaggio del Consiglio Mondiale delle Chiese
Dal canto suo il rev. Olav Fykse Tveit, segretario generale del Consiglio Mondiale delle Chiese (Wcc), in un video messaggio che è stato diffuso oggi in occasione della Giornata mondiale del Creato afferma che “Come cristiani, abbiamo speranza. Crediamo che Dio non abbandona la creazione e che noi stessi possiamo diventare fari di quella speranza diffondendo i semi di un futuro diverso”. “Facciamo appello ai nostri governi – prosegue Tveit – perchè ratifichino l’accordo di Parigi; chiediamo indicatori alternativi di crescita che misurino meglio la salute delle comunità e degli ecosistemi. Possiamo disinvestire nei combustibili fossili e reinvestire in fonti alternative sostenibili”. (R.P.)