Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Italia

Caritas Roma: primo passo delibera Campidoglio su azzardo

Sale slot - AP

Sale slot - AP

La giunta Raggi interviene sul gioco d'azzardo nella Capitale. Il centro storico sara' off limits alle slot machine. In periferia arrivano inoltre limiti di distanza di 500 metri da luoghi sensibili come scuole, centri sportivi, chiese, caserme e sportelli bancomat. Il regolamento, precisa la Raggi, vuole metter ordine a Roma dove i numeri sulle slot machine sono da capogiro: 294 sale e piu' di 50mila macchine. Alessandro Guarasci ha sentito il direttore della Caritas di Roma mons. Enrico Feroci:

R. - È un primo passo perché l'amministrazione se ne fa carico, poi non è tanto importante la distanza delle scuole, è importante la proposta degli orari d'apertura per tutto l'azzardo. Dove c'è la povertà, ad esempio in periferia, proliferano le realtà dell'azzardo. Proibire  il gioco in determinate fasce orarie, la mattina per esempio per i ragazzi prima che vanno a scuola o la sera per coloro che vanno a giocare nei bar, è positivo.

D. - I controlli saranno uno snodo fondamentale in tutto questo...

R. - Quello che è fondamentale è il controllo, direi quasi più fondamentale della legge, se non c'è il controllo si rovina anche moralmente la gente.