Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Italia

Gentiloni formerà il nuovo governo. Da Mattarella l'incarico

Il presidente del Consiglio incaricato, Paolo Gentiloni - ANSA

Il presidente del Consiglio incaricato, Paolo Gentiloni - ANSA

Il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ha affidato l’incarico di formare il nuovo governo al ministro degli Esteri Paolo Gentiloni che, come prassi, ha accettato con riserva. Sembra dunque chiudersi la crisi politica provocata dalla vittoria del no al referendum costituzionale di domenica scorsa, con le conseguenti dimissioni del premier Matteo Renzi. Servizio di Giampiero Guadagni:

Come da previsioni degli ultimi giorni, dopo il no di Renzi al reincarico, Mattarella ha dunque scelto Paolo Gentiloni per formare il nuovo governo, che dovrà avere come priorità la nuova legge elettorale prima di tornare al voto.  Gentiloni ha garantito che cercherà di svolgere il compito con dignità e responsabilità, precisando che il governo avrà la stessa maggioranza di quello precedente. La riserva sarà, quindi, sciolta nel più breve tempo possibile per fare in modo, come spiegato ieri sera da Mattarella in chiusura di consultazioni, che al Consiglio europeo di giovedì ci sia un esecutivo nella pienezza delle sue funzioni. Fortemente critiche le opposizioni, convinte si tratterà di un governo fotocopia di quello di Renzi. Lega e Movimento 5 Stelle, in particolare, annunciano battaglia fuori e dentro il Parlamento. 62 anni, attuale ministro degli Esteri, Gentiloni è stato tra i fondatori della Margherita e poi del Pd. Giornalista di professione, è stato portavoce del sindaco di Roma Rutelli gestendo la sfida del Grande Giubileo del 2000. Una curiosità storica: il premier incaricato è discendente di Vincenzo Ottorino Gentiloni, firmatario dell’omonimo patto che, in vista delle elezioni del 1913, segnò l’ingresso dei cattolici nella politica italiana.