Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Medio Oriente

Arrestato a Istanbul l'autore della strage di Capodanno

Il principale sospettato per la strage di Istanbul - REUTERS

Il principale sospettato per la strage di Istanbul - REUTERS

Arrestato ieri sera l’autore dell’attentato al nightclub 'Reina' a Istanbul, avvenuto la notte di Capodanno e costato la vita a 39 persone. Ieri sera i media turchi hanno infatti annunciato l’arresto dell’uzbeko Abdulkadir Masharipov, che era il principale sospettato e le cui foto hanno fatto il giro del mondo. Stamani la polizia ha cominciato l’interrogatorio. Il servizio di Debora Donnini:

Masharipov era con il figlioletto di 4 anni in una abitazione della parte europea di Istanbul, quando è stato arrestato. La sua cattura a 17 giorni dal massacro nella discoteca la notte di Capodanno, quando l’uomo con il kalashnikov aprì il fuoco sulla folla festante uccidendo 39 persone. Con lui in manette anche altre 5 persone, 3 sono donne. Secondo la Cnn turca, si tratta di stranieri, presunti affiliati al sedicente Stato islamico che aveva rivendicato la strage,  una rappresaglia per l’alleanza della Turchia con Iran e Russia sulla questione siriana. Conosciuto con il nome di battaglia di Abu Mohammed Khurasani, è apparso in una foto, rilasciata dagli agenti, con il volto segnato da ecchimosi e ferite. Masharipov si sarebbe nascosto tre giorni fa nell'appartamento mentre la moglie era stata fermata il 12 gennaio scorso. L'uomo è già stato portato da un medico della polizia per alcuni controlli sanitari, prima di essere trasferito sotto rigide misure di sicurezza in un commissariato di Istanbul.