Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Europa

Parigi, rilasciato il padre dell'attentatore di Orly

Aeroporto di Orly - AP

Aeroporto di Orly - AP

La situazione sta gradualmente tornando alla normalità all'aeroporto di Orly, a sud di Parigi, dopo l'interruzione dovuta all'attacco di ieri ai danni di una soldatessa che ha costretto a bloccare tutti i voli ed evacuare i viaggiatori. Intanto, la polizia francese ha rilasciato il padre di Ziyed Ben Belgacem, il 39enne che ieri ha provato a disarmare l'agente urlando di essere pronto a morire per Allah e poi è stato ucciso da due colleghi della donna. Restano in custodia, invece, il fratello e il cugino del terrorista.

Nello zaino di Belgacem sono stati trovati una tanica di benzina, un Corano e 750 euro in contanti. Dopo avere sparato all'agente al posto di blocco, secondo la procura, l'uomo ha chiamato il padre e il fratello, confessando "di avere fatto una stupidaggine e di aver sparato a un poliziotto". A casa dell'aggressore e' stata trovata una piccola quantita' di cocaina. Belgacem aveva precedenti penali per traffico di stupefacenti e secondo gli inquirenti si era radicalizzato in carcere, e per questo era sotto vigilanza da parte dei servizi francesi. (E.R.)