Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Africa

Kenya: due anni fa a Garissa al Shabaab uccideva 148 studenti

Veglia di preghiera a Garissa in ricordo della strage - AFP

Veglia di preghiera a Garissa in ricordo della strage - AFP

Due anni a fa a Garissa, in Kenya, 148 persone, in gran parte studenti e cristiani, furono uccisi dal gruppo jihadista somalo al Shabaab. I terroristi assaltarono il Garissa University College e presero in ostaggio oltre 700 persone, dividendole tra musulmani e cristiani sulla base della loro conoscenza della religione islamica e uccidendo chi non rispondeva correttamente. La strage, che ha profondamente colpito la Chiesa locale, è stata commemorata dal vescovo di Garissa, mons. Joseph Alessandro, che ha ricordato in un’intervista al Sir come “l’educazione sia l’arma più potente che esista per superare conflitti religiosi, tribalismo, ignoranza e povertà”. Chi studia, ha detto il presule, “potrà costruirsi una vita e non sarà attratto da chi offre una paga in cambio dell’arruolamento in un movimento radicale”. (M. R.)