Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Papa Francesco \ Documenti

Papa: vicino agli argentini colpiti dalle inondazioni

Comodoro Rivadavia, la città colpita dalle forti piogge - AFP

Comodoro Rivadavia, la città colpita dalle forti piogge - AFP

Papa Francesco ha espresso la sua "vicinanza spirituale" e ha inviato la sua benedizione a tutte le persone colpite dalle piogge torrenziali, cominciate mercoledì scorso in Argentina, e ha incoraggiato le autorità religiose e i cittadini a dare "testimonianza di solidarietà fraterna" alle vittime delle inondazioni. Più di settemila persone sono state evacuate e, solo nella località di Comodoro Rivadavia, nel Sud del Paese, più di duemila case sono state distrutte.

Attraverso una Lettera a mons. Josè María Arancedo, arcivescovo di Santa Fe de la Vera Cruz e presidente della Conferenza episcopale argentina, Francesco manifesta “dispiacere” per “i gravi danni che le forti piogge degli ultimi giorni hanno causato a numerose province".
 
Il Santo Padre ha chiesto, quindi, al presule di trasmettere la sua vicinanza “a tutte quelle migliaia di persone che sono state evacuate, molte di loro assistendo in un attimo alla perdita di tutto quello che avevano: la casa, i beni, i ricordi di famiglia ... frutto di tanti anni di sacrificio e lavoro".
 
Il Papa esprime quindi la volontà di accompagnare, con le sue preghiere e il suo incoraggiamento, “i fratelli vescovi, i sacerdoti e i fedeli delle numerose parrocchie che in questo momento di bisogno si spendono per stare vicino al loro popolo, ed anche le autorità, le istituzioni e i volontari, perché collaborando tra loro con spirito di unità portino a tutte le persone colpite una testimonianza di solidarietà fraterna". (A cura di Anna Poce)