Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Americhe

Usa: terrore a Cleveland, uccide e posta video su Facebook

L'omicida di Clevelad ricercato dalla polizia - ANSA

L'omicida di Clevelad ricercato dalla polizia - ANSA

Paura e sconcerto a Cleveland, negli Stati Uniti, dopo il video di un omicidio in strada postato su Facebook da un 37enne che sostiene di aver già ucciso altre 15 persone. La polizia sta cercando Steve Stephens, un afroamericano che sarebbe disperato per la fine di una relazione e per aver perso tutto quello che aveva al gioco. Le forze dell’ordine hanno invitato la popolazione a fare attenzione poiché il fuggitivo è considerato "armato e pericoloso" e in cerca di nuove vittime.

La vicenda interroga e sconvolge per l’uso sconsiderato che è stato fatto del noto social network. Stephens infatti aveva scritto sul suo account di Facebook, prima di commettere l’omicidio, che voleva uccidere e nel messaggio accusava la ex fidanzata delle atrocità che si apprestava a commettere. Qualche ora dopo il 37enne ha colpito una vittima a caso: un uomo di 74 anni, Robert Godwin, padre di nove figli e nonno di 14 nipoti, che ha avuto la sventura di incrociare il folle mentre passeggiava tranquillamente nel quartiere di Glenville. Il tutto è stato ripreso e poi postato su Facebook in un video intitolato 'Massacro del giorno di Pasqua'.

In altri video, Stephens ha sostenuto di aver commesso altri 15 omicidi e ha promesso di continuare a uccidere fino a quando non lo prenderanno. Tuttavia la Polizia, che lavora al caso coadiuvata dall’Fbi, ha detto che ma non vi è alcuna traccia di altre persone uccise.