Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Chiesa \ Chiesa nel mondo

Vescovi polacchi: tristi per i tanti no all'accoglienza dei profughi

Famiglia di migranti - ANSA

Famiglia di migranti - ANSA

Il responsabile per l’immigrazione dell’episcopato polacco, mons. Krzysztof Zadarko, si dice “profondamente rattristito” dall’ultimo dato che indica come solo il 4% dei polacchi siano “decisamente favorevoli” all’accoglienza dei profughi provenienti dal Medio Oriente in guerra.

In costante crescita i polacchi contrari alla ricollocazione dei profughi
Il sondaggio dell’istituto polacco Cbos (Centro di analisi dell’opinione pubblica) - riporta l’agenzia Sir - indica in costante crescita la parte della popolazione (oggi del 74%) contraria alla ricollocazione dei profughi arrivati nell’Unione europea dal Medio Oriente e dall’Africa. Da dicembre del 2015 il numero di polacchi che rifiutano gli immigrati mediorientali e africani supera stabilmente i favorevoli a dare loro l’ospitalità. Tuttavia, il 55% della popolazione polacca accetterebbe i profughi ucraini senza distinzioni di fede o etnia.

L’aiuto in loco alle popolazioni siriane non basta
“È necessaria una maggiore apertura verso il prossimo in difficoltà”, sottolinea mons. Zadarko che osserva quanto “inadeguato” nell’attuale situazione sia “l’aiuto in loco” proposto dal governo polacco come migliore soluzione per le popolazioni siriane che, come sottolinea il presule, “a decine di migliaia fuggono la guerra”.