Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Papa Francesco \ Documenti

Papa accetta rinuncia Gregorio III Laham: servitore del Vangelo e della pace

Il Patriarca Gregorio III Laham - EPA

Il Patriarca Gregorio III Laham - EPA

Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della Chiesa greco-melkita presentata da Sua Beatitudine Gregorio III Laham, Patriarca di Antiochia dei Greco-Melkiti. A norma del diritto, l’amministratore della Chiesa Greco-Melkita, fino all’elezione del Patriarca, è mons. Jean-Clément Jeanbart, arcivescovo di Aleppo dei Greco-Melkiti, vescovo più anziano per ordinazione del Sinodo permanente. In una lettera al Patriarca Gregorio III Laham, Papa Francesco lo definisce “servitore zelante del Popolo di Dio” e riconosce il suo grande impegno per la pace in Siria sconvolta dalla guerra. Il Papa conclude la sua lettera indirizzata anche a tutti i vescovi della Chiesa greco-melchita, assicurando la sua Benedizione Apostolica “come segno di grazia e di incoraggiamento per l’avvenire della comunione della testimonianza del Vangelo”.

Il Patriarca Gregorio III Laham, 85 anni, è nato a Daraya in Siria nell’arcieparchia di Damasco. E’ stato Patriarca di Antiochia dei Greco-Melkiti per 17 anni: è stato infatti eletto nel novembre del 2000 dal Sinodo dei Vescovi greco-melkiti, ricevendo la “comunione ecclesiastica” da San Giovanni Paolo II. In questi anni di guerra in Siria, Gregorio III Laham si è impegnato con tutte le forze per la pace e la riconciliazione nella sua terra natale.