Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Europa

Cyberattacco : violati i pc di aziende e istituzioni in 74 Paesi

Un computer bloccato dall'attacco hacker - EPA

Un computer bloccato dall'attacco hacker - EPA

E’ allarme in tutto il mondo per l’attacco hacker che sta colpendo da ieri pomeriggio i computer di 74 Paesi. Il virus informatico, un “ransomware” che blocca il sistema operativo fino al pagamento di un riscatto in denaro, ha colpito aziende, istituzioni e ospedali. Tra gli Stati più colpiti Russia e Gran Bretagna. Il servizio di Michele Raviart:

Circa venticinque ospedali nel Regno unito si sono trovati con i dati dei pazienti oscurati e hanno dovuto rimandare visite e operazioni. Centinaia di aziende colpite in Spagna, fra cui il colosso delle comunicazioni Telefonica, così come in Portogallo, mentre in Russia ad essere bloccati sono stati mille computer del ministero degli Interni. Le vittime dell’attacco hacker, secondo gli esperti di sicurezza informatica il più grande di questo genere mai effettuato, per poter aver sbloccato il proprio pc hanno dovuto pagare tra i 300 e i 600 dollari in “bitcoin”, moneta elettronica per le transizioni via Internet. Il virus, nascosto negli allegati delle e-mail e diffuso attraverso la condivisione di documenti e dati, ha sfruttato delle vulnerabilità nel sistema Windows, scoperte alcune settimane fa dalla sicurezza americana e divulgate da un misterioso gruppo di hacker. Microsoft aveva riparato la falla, ma non tutti i computer avevano scaricato l’aggiornamento, mentre i computer più vecchi, specialmente in India e Ucraina, sono rimasti vulnerabili.  Dietro l’attacco, condannato tra gli altri dal premier britannico Theresa May, un’organizzazione criminale che sta incassando denaro senza sosta da ieri pomeriggio.