Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

RV ITALIA - 105 FM

Società \ Cultura e arte

Gli 89 anni della Sagra delle cerase a Palombara Sabina

Gli 89 anni della Sagra delle cerase a Palombara Sabina - RV

Gli 89 anni della Sagra delle cerase a Palombara Sabina - RV

A Palombara Sabina, pittoresco borgo in provincia di Roma, va in scena da ben 89 anni una sorta di grande Carnevale estivo in onore del prodotto di punta del territorio: la ciliegia. O meglio della “cerasa”, come si dice nel dialetto locale, che in queste campagne cresce abbondante e di ottima qualità da tempo immemorabile.

La Sagra delle Cerase, organizzata dal Comitato Sicurezza Palombara onlus, in programma dall’8 all’11 giugno, non rappresenta solo la più antica festa d’Europa dedicata a questa specialità, ma diventa anche una buona occasione per ammirare gli splendidi ciliegi della zona che svettano eleganti nelle campagne sabine e per gustare la “Ravenna di Palombara”, la prelibata qualità del frutto già famosa nel XIII Secolo; fu allora che Papa Onorio IV istituì la tradizione di farsi portare in Vaticano la ciliegia palombarese, che da quel giorno fu conosciuta anche come “Ravenna del Papa”.

Il tutto all’interno di uno splendido contesto, il paese di Palombara Sabina con il suo borgo medievale e il Castello Savelli, la fortezza del XIII Secolo con i suoi ampi saloni, gli affreschi e le antiche statue greche, senza dimenticare il Museo Naturalistico e quello Archeologico, che ospita una splendida statua di Zeus risalente al I sec. a. C.

Ad illustrare ai nostri microfoni gli eventi previsti nei giorni della Sagra, Claudio Possenti, consigliere del Comitato Sicurezza Palombara onlus


(Lucas Duran)