Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Europa

Papa: vicinanza a Portogallo colpito da incendi. Almeno 58 le vittime

Le fiamme nei boschi del centro del  Portogallo.  - EPA

Le fiamme nei boschi del centro del Portogallo. - EPA

All’Angelus, Papa Francesco ha espresso la sua vicinanza al popolo portoghese per lo spaventoso incendio che, nel centro del Paese, ha coinvolto le aree boschive attorno alla cittadina di Pedrógão Grande e che ha provocato finora la morte di almeno 58 persone. Il servizio di Paola Simonetti: 

“Esprimo la mia vicinanza al caro popolo portoghese per l’incendio devastante che sta colpendo i boschi intorno a Pedrógão Grande causando numerose vittime e feriti. Preghiamo in silenzio”.

Queste la parole di Papa Francesco questa mattina all’Angelus, dopo le drammatiche notizie giunte dal Portogallo, colpito da quella che il premier Costa ha definito: “La più grande tragedia con vittime in un incidente di questo tipo negli ultimi tempi". Un vastissimo incendio è divampato nella notte di sabato nelle folte aree verdi intorno al centro urbano di Pedrógão Grande, nel centro del Paese, a 150 km da Lisbona. Il bilancio delle vittime è in costante e drammatico aggiornamento: 57 i morti accertati finora, per lo più persone sorprese in auto dalle fiamme; a morire carbonizzate anche intere famiglie, investite dal rogo mentre transitavano nella zona o forse cercavano di mettersi in salvo. Sconvolti gli stessi soccorritori che, una volta sul posto, hanno parlato di "scenario orribile”. Inspiegabile, secondo le autorità, la dinamica del disastro: il ministro dell’Interno, Gomes, si dice incredulo su come il vento abbia reso un piccolo rogo "un incendio impossibile da controllare", ma per ora, la polizia esclude la matrice dolosa, giudicando più probabile come motivazione che ha scatenato la scintilla la caduta di fulmini, dopo giorni di temperature torride. Ancora attivi molti focolai, numerose le persone costrette ad evacuare.