Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Vaticano \ Eventi

Card. Sandri: carità non è solo giustizia sociale ma seguire Cristo

Cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali

Cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali

“Compiere la carità, progettare la solidarietà tra le Chiese, non è soltanto un atto di giustizia sociale, ma è un seguire le orme di Cristo, un continuare a rispondere alla sua chiamata, rimanendo suoi discepoli, e imparando a spezzare il pane della Parola e dei Sacramenti, a dividere il mantello che dona una vita dignitosa”. Così il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, questa mattina durante la Messa per l’apertura della 90.ma Sessione Plenaria della Roaco, la riunione delle Opere di Aiuto alle Chiese Orientali. Il porporato in preghiera ha invocato l’intercessione di Maria e quella di “tutti i nuovi martiri che nelle terre d’Oriente hanno di recente versato il loro sangue confessando il nome di Cristo”.

Uniti ai tanti fratelli chiamati ad una testimonianza eroica del Vangelo
Il pensiero è andato quindi ai tanti “fratelli” in Siria, Iraq, Egitto, “chiamati ad una testimonianza eroica del Vangelo”. I novant’anni della Roaco, secondo il card. Sandri, sono un’occasione per riflettere, per un serio esame di coscienza. “Provvidenziale” il brano della Lettera ai Corinzi offerto alla meditazione dall’odierna Liturgia: l’apostolo delle genti sprona i cristiani di Corinto, in maggioranza provenienti dal paganesimo, a dare di più nella colletta organizzata per i loro fratelli di Gerusalemme, nella quasi totalità giudeo-cristiani, seguendo l’esempio generoso della più povera comunità di Macedonia.

I cristiani, diversi nella comunione per rendere presente la bellezza della sposa di Cristo
“Il gesto di solidarietà – ha spiegato il porporato – manifesta in modo concreto la profondità dell’esigenza della comunione: siamo diversi, a volte discutiamo su come custodire il Vangelo rispettando le diverse tradizioni attraverso le quali lo abbiamo conosciuto, ma componiamo insieme l’unica Chiesa di Cristo”. “L’assistenza e l’aiuto alle Chiese Orientali Cattoliche, da parte di tutti noi che nella quasi totalità apparteniamo alla Chiesa Latina - ha aggiunto – continua nel presente quanto Paolo ha chiesto ai suoi. Lavorare per la comunione, per rendere presente la bellezza dell’unica sposa di Cristo”.“Il servizio alla comunione”, secondo il cardinale Sandri, “vale anche e sempre in maggior misura nei paesi di emigrazione: la prima carità è fare in modo che le comunità latine, a partire dai Pastori, siano aiutate nella loro ammirevole opere di accoglienza, senza però dimenticare il rispetto delle tradizioni ecclesiali di ciascuno”.

Il ricordo del card. Usar e di mons. Lemmens
Introducendo i lavori della 90.ma Plenaria della Roaco, il prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali ha ricordato il vescovo ausiliare di Malines-Brussels, mons. Leo Lemmens, già officiale e segretario Roaco, e l’arcivescovo maggiore emerito della Chiesa greco-cattolica Ucraina, card. Lubomyr Usar, tornati di recente alla casa del Padre. I lavori della plenaria si concluderanno giovedì 22 giugno con l’udienza con il Papa. L’Assemblea della Roaco si inserisce nel programma del centenario della Congregazione per le Chiese Orientali, voluta nel 1917 da Benedetto XV, che culminerà con la Sessione Plenaria dei Membri del Dicastero e la Messa che Francesco presiederà il prossimo 12 ottobre. (A cura di Paolo Ondarza)