Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Chiesa \ Chiesa in Italia

Lab.Ora: formare i giovani per essere leader di domani

Papa Francesco con i giovani. Foto d'archivio - OSS_ROM

Papa Francesco con i giovani. Foto d'archivio - OSS_ROM

Di Marina Tomarro

Fare una proposta formativa, qualificata e di testimonianza ai giovani, per aiutarli a diventare i leader di domani, persone responsabili che si fanno carico di un servizio nella società, nella professione e nella vita sociale, culturale e politica del Paese. E’questo l’obiettivo dell’iniziativa residenziale del progetto “Lab.Ora – Mille giovani. Servitori del bene comune”, che si è aperto ieri a Caltagirone in Sicilia, dall’Associazione “Laudato si’”, in collaborazione con sei Università cattoliche e pontificie e che ha visto il coinvolgimento delle Conferenze episcopali regionali e della Conferenza episcopale italiana.

L’incontro, che ha già avuto due precedenti realizzazioni in Campania, a Vico Equense, e in Liguria, a Sestri Levante, vede in Sicilia la partecipazione di 50 giovani selezionati da tutte le diocesi dell’Isola. Le giornate, che si concludono domenica prossima, vedranno l’alternarsi delle  testimonianze di leader delle diverse aree del pensiero scientifico, umanistico, tecnologico, politico ed economico, che hanno raccolto l’invito lanciato da Papa Francesco durante il Convegno ecclesiale nazionale di Firenze, a formare una nuova generazione di giovani disposti a “imergersi nell’ampio dialogo sociale e politico”.

“Questi giovani – spiega Francesco Bonini, rettore della Libera Università Maria Santissima Assunta e tra i relatori dell’incontro - si possono formare attraverso un percorso esigente, che parte dalla radice spirituale e poi diventa anche formazione alle abilità. Questo permette di avere un valore aggiunto nella vita sociale perché oggi non abbiamo soltanto bisogno di professionisti ma soprattutto di persone che siano in grado di muoversi in maniera critica ma anche creativa. Ma questi giovani avranno anche delle concrete opportunità di interazione con imprese e quindi con il mondo del lavoro reale, in modo che attraverso questa full immersion di alcuni giorni possano misurarsi con la realtà e nello stesso tempo poter intraprendere un proprio percorso di lavoro e di vita”.

Tra i relatori che si alterneranno in queste giornate di Caltagirone, ci sarà anche l’arcivescovo di Catania e presidente della Conferenza episcopale siciliana, mons. Salvatore Gristina, Paola Ricci Sindoni, docente alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Messina, Raffaele Bonanni, vice presidente dell’Associazione "Laudato si'", Pietro Navarra, rettore dell’Università degli Studi di Messina, Flaminia Giovanelli, sottosegretario del nuovo dicastero vaticano per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. E i prossimi appuntamenti previsti dal progetto Lab.Ora saranno in autunno nelle Marche ed in Emila Romagna.

“Lab.Ora è una risposta al desiderio di Papa Francesco di chiedere ai nostri giovani di essere collaboratori di un nuovo protagonismo e di una nuova stagione di impegno, costruttori dell’Italia - spiega Salvatore Martinez, presidente dell’Associazione “Laudato si’” - ma serve tempo per poter preparare una nuova generazione di servitori del bene comune. Dunque, è un processo che inizia come per cerchi concentrici, che va aggregando sul territorio anche altri testimoni. Bisogna dunque lavorare con severità di impegno non guardando ai tempi immediati, altrimenti le risposte non solo non saranno sistemiche, ma soprattutto non genereranno frutti duraturi”.

Ascolta e scarica il podcast dell'interviste a Francesco Bonini e Salvatore Martinez: