Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Asia e Oceania

Colera nello Yemen: è la più grave crisi umanitaria al mondo

Yemen. Ospedale da campo contro il colera. - ANSA

Yemen. Ospedale da campo contro il colera. - ANSA

“In Yemen è in corso la peggiore epidemia di colera del mondo all’interno della più grande crisi umanitaria al mondo". E’ la denuncia di Unicef, Oms e Wfp. Secondo le tre agenzie  delle Nazioni Unite “negli ultimi tre mesi sono stati registrati 400 mila casi sospetti e 1.900 morti”. Secondo Reem Nada, del World Food Programme, “lo scoppio dell’epidemia sta aggravando una situazione già molto difficile nel Paese, colpito dalla malnutrizione e dalla fame, dove ci sono 70 milioni di persone che soffrono per questi problemi e non sanno quando potranno mangiare”. Mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale, commentando la gravissima emergenza nel Paese, sconvolto anche da quasi 30 mesi di guerra, ha parlato di "nazione dimenticata". 

Secondo l’Unicef l’80% dei bambini ha immediato bisogno di assistenza umanitaria. “Il colera non è una malattia mortale - sottolinea Nada - può essere prevenuta e curata, ma il punto è che in questo momento in Yemen le strutture sanitarie e le infrastrutture sono in condizioni di inagibilità, e c’è immondizia per le strade perché gli operatori non sono stati pagati negli ultimi dieci mesi e tutto questo ha portato allo scoppio dell’epidemia”. La crisi necessita di una risposta senza precedenti ribadiscono Unicef, Oms e Wfp chiedendo alla comunità internazionale di moltiplicare gli sforzi e il supporto, perché se non sarà fatto "nulla adesso", "la catastrofe comprometterà il futuro delle prossime generazioni".