Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Europa

Germania: sparatoria in discoteca. Due le vittime. Esclusa pista terrorismo

Macchina della polizia davanti al locale Grey - EPA

Macchina della polizia davanti al locale Grey - EPA

La paura del terrorismo di matrice jihadista torna a spaventare la Germania. Nella notte un uomo ha fatto irruzione in una discoteca a Costanza, in Grey Club, nel Land Baden-Wuerrtemberg, aprendo il fuoco con un’arma di cui non è stata ancora confermata l’esatta tipologia. Due le vittime- fra cui anche lo stesso aggressore deceduto in ospedale dopo essere stato ferito dalle forze dell’ordine- e quattro i feriti, fra cui anche un agente di polizia e due buttafuori del locale.

L’uomo, 34enne di origini irachene che ha agito alle 4:30 del mattino, risiedeva da molti anni in Germania, non era "un richiedente asilo", secondo quanto ha riferito il portavoce della polizia della città tedesca, Beziker, che ha escluso per ora l'ipotesi terrorismo: "I motivi dell'uomo, che ha agito da solo, non sono chiari" ha aggiunto Beziker "stiamo ancora investigando, ma le circostanze sugli eventi in discoteca la sera prima dell'attacco sono un po' più chiare e questo ci ha portati a escludere il terrorismo".

Ulteriori aggiornamenti sono stati annunciati in una conferenza stampa che la procura terrà nelle prossime ore, ma è stato tuttavia confermato che l'attacco non è stato realizzato con una pistola, ma con un'arma più importante.

Le autorità assicurano che la situazione è sotto controllo. Nella città del Baden-Wuerrtemberg, non lontana dal confine con la Svizzera, sono state schierate forze speciali.