Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Papa Francesco \ Incontri e Eventi

Francesco: artisti aiutino a scoprire la bellezza del Creato

La Creazione di Michelangelo, particolare della Cappella Sistina

La Creazione di Michelangelo, particolare della Cappella Sistina

Il ruolo degli artisti in relazione alla bellezza del creato. A questo il Papa dedica il videomessaggio per l’intenzione di preghiera del mese di agosto.

"Le arti" - afferma Francesco parlando in lingua spagnola - "esprimono la bellezza della fede e proclamano il messaggio della grandezza della creazione di Dio". Come altre volte il Pontefice ha rimarcato, è questo il ruolo di ogni disciplina: architettura, pittura, musica, letteratura."Per questo", sottolinea, "quando ammiriamo un'opera d'arte o una meraviglia della natura scopriamo come ogni cosa ci parli di Lui e del suo amore".

E così, mentre ascoltiamo le parole di Francesco, le immagini ritraggono la perfetta armonia tra quelli che sono i suoni della natura e le note di un violino, di una chitarra, di un sassofono, suonati da giovani artisti. In ogni epoca, ha detto in altre occasioni Francesco, "la Chiesa ha fatto sempre appello alle arti per dare espressione alla bellezza della propria fede e per proclamare il messaggio evangelico della magnificenza della Creazione di Dio, della dignità dell'uomo creato a Sua immagine e del potere della Risurrezione di Cristo di portare redenzione". Gli stessi artisti sono stati definiti dal Papa "custodi della bellezza" che può anche curare le ferite dell'animo umano e "portare speranza e fiducia lì dove le persone sembrano arrendersi all'indifferenza e alla bruttezza".

Poi, le immagini che accompagnano le parole del Pontefice nel videomessaggio, si allargano al mondo intero per ritrarre gli artisti del nostro tempo, di diverse culture, razze e religioni: sono ballerini, scrittori, pittori e musicisti di diverse età. A loro va la preghiera del mese di agosto "perchè" dice Francesco "attraverso le opere del loro ingegno, aiutino tutti a scoprire la bellezza del creato".