Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Chiesa \ Chiesa nel mondo

India: Giornata giovani. Mons Machado: grande entusiasmo

Cristiani indiani in preghiera - EPA

Cristiani indiani in preghiera - EPA

di Elvira Ragosta

Si svolge questa domenica in India la "Prima giornata nazionale dei giovani" istituita dalla Commissione per i giovani della Conferenza episcopale indiana, nell’ambito di un programma di lavoro che intende aiutare e accompagnare la crescita spirituale dei giovani nelle diverse diocesi. L’iniziativa è stata organizzata in concomitanza con la 7.ma Giornata della gioventù asiatica in corso in Indonesia, per consentire ai giovani indiani che non sono riusciti ad andare a Yoygiakarta di condividere con i loro coetanei il messaggio di gioia del Vangelo

Mons. Felix Machado, arcivescovo di Vasai, spiega come “questa domenica nelle parrocchie delle varie diocesi indiane si svolga una Santa Messa nel corso della quale, senza cambiare la liturgia prevista per la solennità della Trasfigurazione del Signore, vengono aggiunti nuovi elementi". La caratteristica, continua mons Machado, è che la Messa sarà animata dai giovani, "che faranno le letture e che hanno preparato delle preghiere. Inoltre, ci saranno incontri di riflessione per i giovani, sui temi delle linee guida perviste per il Sinodo".

Mons Machado racconta come nella sua diocesi, vicino a Mumbai, la preparazione sia cominciata due mesi fa "organizzando piccoli gruppi" e quanto i giovani siano stati entusiasti di partecipare, come in tutto il Paese. In India i giovani sotto i 25 anni rappresentano più della metà della popolazione. La Chiesa ha qui una rete molto ben organizzata di scuole per l’educazione e la formazione dei giovani cristiani. Come testimonia mons. Machado, "i giovani partecipano attivamente alle attività parrocchiali" vivendo con altri giovani di altre religioni in un ambiente multiculturale e multilinguistico e sono molto motivati.

Certo, non mancano nel mondo giovanile indiano difficoltà presenti nei contesti giovanili degli altri Paesi: problemi, ad esempio, legati all’uso di droghe e alcol. Le chiese, secondo mons. Machado, devono essere in questo molto attive:" nella mia diocesi purtroppo" racconta "si sono registrati dei casi di suicidi giovanili. Noi stiamo facendo il possibile per contrastare questi problemi: abbiamo istituito una linea telefonica, attiva 24 ore su 24 cui può rivolgersi qualsiasi giovane si senta depresso; abbiamo organizzato una campagna per la guida corretta di automobili e motocicli; inoltre, abbiamo realizzato una campagna sugli effetti dell’uso di droghe e alcol. Dobbiamo accettare le sfide che il mondo globalizzato pone ai giovani”.

Ascolta e scarica il podcast del servizio: