Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Medio Oriente

Forse trovata Betsaida, il villaggio di Pietro, Andrea e Filippo

Il Lago di Tiberiade o Mare di Galilea - REUTERS

Il Lago di Tiberiade o Mare di Galilea - REUTERS

di Emanuela Campanile

“Il villaggio dei pescatori di Betsaida, luogo di nascita degli apostoli Pietro, Andrea e Filippo, è stato forse finalmente localizzato dopo decenni di ricerche”. Così, l’Ansa, insieme al resto delle agenzie internazionali, ha dato una delle notizie archeologiche più importanti per il mondo cristiano. “Dopo decenni di ricerca - prosegue il lancio - e sulla base delle descrizioni dello storico romano di origine ebraica Giuseppe Flavio, esperti guidati da Mordechai Aviam (dell'istituto Kinneret di archeologia della Galilea) ritengono di essere finalmente entrati nel suo perimetro”. Betsaida, ricordiamo, è un villaggio a Nord del Mare di Galilea o Lago di Tiberiade.

Ma a questo punto proviamo a non considerare, per quanto importante possa essere, la specifica scoperta e cerchiamo, invece, di capire su che basi si costruisce il rapporto tra fede e scoperte scientifiche. Come dire: all’atto pratico, fides et ratio possono andare d’accordo, e in che modo in questo ambito?

Ci aiuta lo storico Franco Cardini che in questa intervista non solo ricorda figure di grandi archeologi (e francescani!) come padre Michele Piccirillo e padre Giovanni Battistelli della Custodia di Terra Santa, ma evidenzia che “come cristiani, si ha il dovere di dare lezione di onestà scientifica che – afferma – è parte dell’onestà morale”.

Ascolta e scarica l'intera intervista