Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Americhe

Eco-teologia, un seminario per aiutare l'Amazzonia

Protesta del popolo amazzonico Tapajos per la costruzione della mega diga che distruggerebbe il loro territorio ANSA/US GREENPEACE - ANSA

Protesta del popolo amazzonico Tapajos per la costruzione della mega diga che distruggerebbe il loro territorio ANSA/US GREENPEACE - ANSA

di Emanuela Campanile e Cristiane Murray

“Vogliamo riflettere sull’eco-teologia per andare alla radice del nostro impegno, ricercare le fonti, le ragioni, le ispirazioni che ci vedono lavorare in difesa della vita e così scoprire i cammini di Dio in tutto questo, rinforzare la nostra azione, trasformarla, renderla più profetica più efficace”.

Sono le parole di padre Dario Bossi, 45 anni, missionario comboniano che nell’intervista di Cristiane Murray, racconta l’impegno per difendere i popoli amazzonici dall'aggressione dei "mega-progetti imprenditoriali". L'occasione è data dal primo incontro nazionale di eco-teologia (Brasilia 16 - 17 agosto).

“Con Rete ecclesiale Pan Amazzonica (la Repam) e la Rete Iglesias y minería, Chiesa e settore minerario – prosegue nel suo racconto - stiamo preparando un seminario di eco-teologia. Un passo importante della nostra Chiesa in cammino con la comunità e la madre terra, in un contesto in cui aumentano le aggressioni all’ambiente e lo sterminio dei difensori che tentano di proteggere le comunità nei loro territori”.

Ad offrire spunti di riflessione, dichiara padre Bossi, L’Enciclica Laudato si’ di Papa Francesco che - dichiara il comboniano - "vogliamo far dialogare con altre spiritualità come quella indigena, quella dei movimenti socio-ambientali, a volte movimenti laici. Vogliamo riflettere sull’eco-teologia - conclude - per andare alla radice del nostro impegno".

Ascolta e scarica il podcast dell'intera intervista a padre Dario Bossi