Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Europa

Messa per la pace a Barcellona in ricordo delle vittime dell'attentato

Le autorità spagnole e catalane alla Messa per la pace celebrata questa mattina a Barcellona  - EPA

Le autorità spagnole e catalane alla Messa per la pace celebrata questa mattina a Barcellona - EPA

di Marco Guerra

Barcellona ha commemorato le vittime dell’attacco terroristico con la “Messa per la pace” celebrata questa mattina nella Sagrada Familia, il capolavoro architettonico di Gaudì, indicato, secondo le indiscrezioni di queste ore, come primo obiettivo della cellula islamista entrata in azione giovedì scorso sulle Rambla. Le vittime dell’attacco sono state 15, circa 130 trenta le persone ferite, 54 delle quali restano ricoverate in ospedale.

La Celebrazione Eucaristica è stata presieduta dall'arcivescovo di Barcellona, cardinale Juan José Omella, alla presenza tra gli altri di Re Felipe VI, del premier spagnolo Mariano Rajoy, del presidente della Generalitat, Carles Puigdemont e del sindaco di Barcellona, Ada Colau. “La pace è la migliore amica della nostra vita e chiediamo al Signore che ci dia la maniera di essere artigiani di pace”, ha detto il cardinale Omella durante l’omelia, dopo aver letto il messaggio inviato dal segretario di Stato Vaticano, cardinale Pietro Parolin, in cui si esprime la vicinanza del Papa “ai numerosi feriti, alle loro famiglie e a tutta la società catalana e spagnola”.

L’arcivescovo di Barcellona ha poi raccontato della telefonata ricevuta ieri sera da Papa Francesco, che ha voluto essergli vicino e accompagnarlo “in modo speciale” nella Messa che ha celebrato oggi “con tutto il popolo”. “Ringraziamo per questa vicinanza di tanta gente”, ha proseguito il cardinale Omella, “ma specialmente per quella del Santo Padre Papa Francesco…”