Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Papa Francesco \ Incontri e Eventi

Parlamentari cattolici dal Papa. Schönborn: un grande incoraggiamento

Il cardinale Christoph Schönborn - REUTERS

Il cardinale Christoph Schönborn - REUTERS

Questa domenica, dopo l’Angelus, il Papa riceverà nella Sala Clementina in Vaticano i partecipanti alla Conferenza dell‘International Catholic Legislators Network. Si tratta di una rete di parlamentari cattolici di tutto il mondo nata nel 2010 con il patrocinio dell’arcivescovo di Vienna, il cardinale Christoph Schönborn, e di David Alton, membro cattolico della Camera dei Lord. Ogni anno promuove incontri a Frascati.  

“Si tratta - spiega ai nostri microfoni il porporato austriaco - di un gruppo informale di uomini e donne che molto consapevolmente vogliono stare in politica da credenti. Hanno spesso un’altra cosa in comune: nei loro parlamenti sono in minoranza. Ma si fanno portatori di argomenti e valori importanti e intendono svolgere il loro servizio da cattolici”.

“I Papi - osserva il cardinale Schönborn - ci hanno sempre incoraggiato. Sia Papa Benedetto che Papa Francesco ci hanno ricevuto ogni anno. E questi parlamentari cattolici trovano grande incoraggiamento da questo sì della Chiesa al loro impegno, perché molte volte si sentono abbastanza soli nei loro parlamenti e si trovano in situazioni difficili. Si sentono dunque incoraggiati da questi incontri annuali sia nella fede personale che nell’agire politico”.

“Uno dei temi trattati sin dall’inizio - ha affermato ancora l’arcivescovo di Vienna - è quello della persecuzione dei cristiani, che ormai purtroppo è diventato un fenomeno su scala mondiale. Molti Paesi dai quali vengono i parlamentari ne sono colpiti oppure sono Paesi che si impegnano ad aiutare i cristiani in altri Paesi”.

Il porporato parla di una rete ben “collaudata” che cresce. In particolare è in aumento la componente africana: vengono soprattutto dal Kenya, ma anche dall’Uganda, dallo Zimbabwe, dal Malawi. “Questi incontri – sottolinea - sono sempre un’ottima occasione per confronti e scambi di idee. Il fatto che si trovino insieme persone che vengono da tutti i continenti fa chiaramente bene a tutti, anche perché nascono contatti, nascono amicizie”.

“Scopo di questi incontri annuali - spiega il cardinale Schönborn - è il rafforzamento nella fede: ci sono momenti fortemente religiosi, come la Messa quotidiana, la recita comune del Rosario, l’adorazione eucaristica, la possibilità di confessarsi … c’è quindi sicuramente anche un sostegno spirituale. Gli argomenti che si trattano in questi incontri sono quelli che maggiormente impegnano i parlamentari e si approfondiscono con l’aiuto di esperti che guidano dei seminari che hanno la funzione di aiutare nella riflessione politica. Posso dire – conclude il porporato - che questa Rete informale è un successo, una bella iniziativa e direi che è una benedizione”. (Intervista di Bernd Hagenkord)