Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Vaticano \ Sinodi

I giovani nel mondo in un convegno internazionale a Roma verso il Sinodo 2018

Giovani durante l'ultima Gmg, a Cracovia nel 2016 - OSS_ROM

Giovani durante l'ultima Gmg, a Cracovia nel 2016 - OSS_ROM

di Michele Raviart

In preparazione alla XV Assemblea Generale Ordinaria, in programma per l’ottobre del 2018, la Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi ha organizzato un “Seminario internazionale sulla situazione giovanile”, che si svolgerà dall’11 al 15 settembre all’Auditorium della Curia Generalizia dei Gesuiti a Roma.

Obiettivo degli incontri è fotografare la realtà giovanile nel mondo, in linea con il tema del Sinodo “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, annunciato da Papa Francesco nel 2016 e in continuità con le precedenti Assemblee sinodali sulla famiglia. Circa 80 i partecipanti provenienti dai cinque continenti, sacerdoti, professori esperti della condizione giovanile e 25 ragazzi, che apriranno il seminario dopo il saluto introduttivo del cardinale Lorenzo Baldisseri, Segretario generale del Sinodo dei Vescovi. Questi giovani porteranno le loro esperienze come portavoce dei loro coetanei di tutto il mondo e in rappresentanza anche di situazioni sociali particolarmente difficili, come la condizione di migrante e di detenuto.

Cinque gli argomenti principali delle sessioni di lavoro, che saranno aperte ogni volta da una meditazione biblica ad opera di padre Giulio Michelini sul tema dei giovani nel Vangelo. Tra questi la ricerca dei giovani di un’identità e i luoghi dove questa si crea, la progettuali; la progettualità tra lavoro e migrazioni; l’impegno sociale e politico e il rapporto con la fede e la Chiesa. Dopo le relazioni, seguiranno dibattiti e approfondimenti nei vari gruppi linguistici. I risultati dei lavori saranno poi messi a disposizione dei padri Sinodali.

L’auspicio, come ha recentemente ricordato Papa Francesco in un tweet, è quello di coinvolgere i giovani al Sinodo nel modo più ampio possibile. In questo senso sono attive iniziative come il sito ufficiale dell’evento e un questionario online rivolto ai giovani dai 16 ai 29 anni.