Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Chiesa \ Chiesa in Italia

E' morto il card. Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna

Papa Francesco con il card. Carlo Caffarra - ANSA

Papa Francesco con il card. Carlo Caffarra - ANSA

E' morto oggi l'arcivescovo emerito di Bologna, il cardinale Carlo Caffarra. Aveva 79 anni e aveva guidato l'arcidiocesi del capoluogo emiliano dal 2004 fino a fine ottobre 2015. Era malato da tempo.

Il porporato era nato il 1° giugno 1938 a Samboseto di Busseto, in provincia di Parma. Ordinato sacerdote il 2 luglio 1961, consegue il Dottorato in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Gregoriana e il Diploma di Specializzazione in Teologia Morale presso la Pontificia Accademia Alfonsiana.

Rientrato in diocesi, è vice-parroco presso la parrocchia della Cattedrale di Fidenza, iniziando nello stesso tempo l'insegnamento della Teologia Morale presso i Seminari di Parma e di Fidenza. Diviene poi professore di Teologia Morale fondamentale alla Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale di Milano e al Dipartimento di Scienze Religiose dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Fondamentale per la sua vita l’incontro con mons. Luigi Giussani; vive una profonda amicizia anche don Divo Barsotti, mistico e teologo.

Negli anni Settanta, periodo della grande discussione suscitata dalla pubblicazione dell'Enciclica Humanae vitae, il cardinale Caffarra inizia ad approfondire i temi del matrimonio, della famiglia e della procreazione umana, per rispondere alle richieste da parte di numerose coppie di sposi e di fidanzati di conoscere la visione cristiana del matrimonio. Insegna Etica medica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma e nell'agosto 1974 è nominato da Papa Paolo VI, Membro della Commissione Teologica Internazionale. In qualità di Rappresentante della Santa Sede partecipa nel settembre 1978 al primo Congresso mondiale sulla sterilità umana e la procreazione artificiale, tenutosi a Venezia presso la Fondazione Cini.

Nel 1980 Giovanni Paolo II lo nomina esperto al Sinodo dei Vescovi sul Matrimonio e la Famiglia, e nel gennaio del 1981 gli conferisce il mandato di fondare e presiedere il Pontificio Istituto ‘Giovanni Paolo II’ per Studi su Matrimonio e Famiglia.

L’8 settembre 1995 è nominato arcivescovo di Ferrara-Comacchio, ricevendo l’ordinazione episcopale nel Duomo di Fidenza il 21 ottobre dello stesso anno.  Il 16 dicembre 2003 Giovanni Paolo II lo nomina arcivescovo metropolita di Bologna.

Viene creato Cardinale nel Concistoro del 24 marzo 2006, da Benedetto XVI, con il Titolo di San Giovanni Battista dei Fiorentini.

Il card. Caffarra è stato consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede e ha fatto anche parte della Commissione di studio per l'ingegneria genetica istituita ad actum presso il Ministero della Sanità in Italia. Sui temi della famiglia ha tenuto corsi o lezioni in diversi Atenei stranieri ed è stato autore di numerosi volumi di Teologia morale fondamentale e di numerosi articoli, tradotti nelle principali lingue.

Con la sua morte, il Collegio Cardinalizio risulta composto da 221 porporati, di cui 120 elettori e 101 non elettori.