Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Italia

Maltempo. Livorno chiede poteri straordinari

Gravi danni a Livorno per il nubifragio - ANSA

Gravi danni a Livorno per il nubifragio - ANSA

"Credo siano necessari poteri straordinari affidati alla Regione in questa fase di emergenza, ma anche in quella successiva. Se vogliamo che le opere necessarie alla messa in sicurezza del territorio siano realizzate presto e bene, non possiamo intervenire con i lacci delle procedure ordinarie". Lo ha chiesto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, durante l'incontro con il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, venuto a Livorno per rendersi conto dei danni provocati dalla bomba d'acqua che ha causato 6 morti e due dispersi.

La diocesi è mobilitata con tutte le sue realtà per essere il più possibile vicina alla popolazione colpita, mettendo a disposizione le sue strutture per i senza tetto e anche con la presenza fisica. Tutti i parroci e anche il vescovo, mons. Simone Giusti, si sono recati sui luoghi colpiti dall'inondazione. "Siamo vicini alla gente quando condividiamo le difficoltà - ha detto ai nostri microfoni il presule -, quando siamo nel fango insieme con loro". E, mentre la procura di Livorno avvia indagini sulle eventuali responsabilità per quanto avvenuto, il presule ribadisce, con Papa Francesco, che la tutela del Creato e della natura deve essere alla base della gestione del territorio.

Intanto il maltempo ora si sposta al Sud. Allagamenti si segnalano nella provincia di Napoli. Colpite in particolare le isole di Ischia e Capri. Emergenza anche nel salernitano, mentre smottamenti si segnalano nella zona di Avellino. Allagamenti e alberi divelti anche a Palermo e Catania, e raffiche da burrasca con temporali per quasi tutta la notte nelle Isole Eolie. Disagi alla circolazione su strade e ferrovie in buona parte del sud Italia. 

 

 

Ascolta e scarica il podcast dell'intervista integrale di Giancarlo La Vella al vescovo di Livorno. mons. Simone Giusti