Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Papa Francesco \ Incontri e Eventi

Francesco riceve il nuovo ambasciatore d'Italia, Pietro Sebastiani

L'ambasciatore italiano Pietro Sebastiani col Papa

L'ambasciatore italiano Pietro Sebastiani col Papa

Papa Francesco ha ricevuto oggi in Vaticano il nuovo ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede, Pietro Sebastiani, in occasione della presentazione delle Lettere Credenziali. Il diplomatico è nato a Capannori (Lucca) il 28 marzo 1957. È sposato ed è padre di 4 figli. Laureato in Scienze politiche con indirizzo internazionale presso l’Università “Cesare Alfieri” di Firenze, ha seguito successivamente corsi di Economia Internazionale all’Università di Harvard e di Giornalismo Internazionale alla Columbia University di New York. Parla anche francese, inglese, olandese, russo, spagnolo e tedesco.

Fino ad oggi ha ricoperto i seguenti incarichi: volontario nella carriera diplomatica (1984-1985); terzo segretario alla Direzione Generale per le Relazioni Culturali (1985-1986); secondo segretario e successivamente primo segretario di Ambasciata a Mosca (1986-1988); primo viceconsole (1988-1990) e console aggiunto a New-York (1990-1993); membro del Gabinetto dei Ministri degli Affari Esteri Andreatta e Elia (1993-1994); consigliere di legazione (1994). E poi ancora: membro del Gabinetto dei Ministri degli Affari Esteri Martino, Agnelli e Dini (1995-1997); consigliere alla Rappresentanza permanente presso l’UNESCO, Parigi (1997-2000); consigliere di Ambasciata (2000) e poi primo consigliere sempre a Parigi (2000); primo consigliere di Ambasciata a Bruxelles (dicembre 2000-agosto 2001); consigliere diplomatico del Presidente della Camera dei Deputati nel corso della XIV legislatura (2001-2005); ministro plenipotenziario (2005); consigliere Diplomatico del Presidente dell’Unione Interparlamentare a Ginevra (2006-2008); capo della Rappresentanza Permanente presso l’ONU a Roma, con rango di ambasciatore (2008-2012); ambasciatore a Madrid (2013-2016) e ad Andorra (2015-2016); ambasciatore alle dirette dipendenze del segretario generale del Ministero degli Affari Esteri (marzo 2016-agosto 2016) e infine direttore generale per la Cooperazione allo Sviluppo (da agosto 2016).