Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Vaticano \ Eventi

Primo congresso mondiale sugli abusi sessuali di minori on line

Padre Zollner - RV

Padre Zollner - RV

di Cecilia Seppia

“Child Dignity in the Digital World” è il primo congresso globale della storia sul tema dell’abuso sessuale di minori on line e si terrà a Roma dal 3 al 6 ottobre con la partecipazione di governi, aziende del calibro di Google, Facebook e Microsoft, scienziati, forze di polizia, Ong e rappresentanti del mondo religioso. Nel giorno delle conclusioni, l’attesa udienza con Papa Francesco che ha dato il suo benestare all’iniziativa chiedendo di lanciare azioni di lotta concreta e protezione dei minori nel mondo digitale. Al Pontefice verranno consegnate anche le conclusioni dei lavori.

Si affronteranno problemi quali sextortion, sexting, cyberbullying, grooming afferma padre Hans Zollner, presidente del Centro protezione dei minori dell’Università Gregoriana, che lancia un appello ai nostri microfoni: “tutti dobbiamo cooperare per un mondo sicuro a misura di bambino. I giovani non si rendono conto dei rischi che corrono. Quindi c’è tutto un lavoro preventivo da fare; ovviamente c’è anche un lavoro punitivo per quelli che spacciano immagini di minori e che non mettono in atto le leggi degli Stati  degli accordi internazionali”.

D’altronde un quarto dei più di 3,2 miliardi di utenti di internet nel mondo è rappresentato da minori. Si calcola che più di 800 milioni di giovani sono esposti al rischio di divenire vittima di adescamento sessuale su Internet. “L’abuso sessuale sui minori – prosegue padre Zollner – esiste in tutte le società, culture e Paesi del mondo. È un male molto più diffuso di quanto si pensi. L’Unione Europea ha lanciato qualche anno fa una iniziativa dal titolo, ‘Uno su cinque’. Significa che un ragazzo o una ragazza su cinque, e cioè il 20% di tutti i ragazzi in Europa, è abusato e abusata sessualmente. Sono cifre orrende”.

Ricerca, diagnosi precoce, prevenzione le tre parole chiave per contrastare e sradicare la piaga degli abusi, anche di quelli digitali, ma di certo questo è anche il tempo della decisione per dare un aiuto concreto a genitori e famiglie, preoccupati per la sicurezza dei loro figli. Tutte le informazioni si possono trovare sul sito childdignity2017.org, dal canale Youtube sono disponibili anche le varie sessioni di lavoro.

Ascolta e scarica il podcast con l’intervista integrale a padre Hans Zollner