Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Chiesa \ Chiesa nel mondo

I vescovi dell'Oceano indiano esortano a costruire la pace

 Seychelles - AFP

Seychelles - AFP

Impegnarsi per la costruzione della pace in tutte le relazioni umane, anche in seno alla Chiesa. È l’invito rivolto dalla Conferenza episcopale dell’Oceano indiano (Cedoi), che riunisce i vescovi delle Seychelles, dell’Isola Maurizio, di Saint-Gabriel, di Rodrigues e dell’arcipelago delle Comore, in un messaggio diffuso in questi giorni, frutto della sua recente Assemblea plenaria annuale. “Costruire la pace” è stato infatti il tema centrale della sessione che si è svolta nelle Isole Seychelles. 

“Il nostro mondo è violento e la violenza nelle sue diverse forme colpisce le persone, le famiglie, i gruppi e i popoli e neanche la Chiesa è immune da questo flagello”, scrivono i sei presuli, evidenziando che “nonostante tutte le violenze esiste una grande aspirazione alla pace”. Essi rilevano con soddisfazione i molti progressi compiuti su questo fronte nelle isole dell’Oceano Indiano che fanno ben sperare per il loro futuro. La pace – ricorda il messaggio - non è solo l’assenza di guerra, ma anche adoperarsi per promuovere un’armonia che permetta la realizzazione del bene comune.

In tale prospettiva la Cedoi sottolinea l’importanza del dialogo interreligioso. In queste isole si è diffusa una “religione popolare” con elementi di diverse tradizioni e credenze provenienti dal Madagascar, dall’Africa, dall’Europa e dall’Asia che sono stati integrati anche nel cristianesimo locale. I vescovi auspicano quindi un “dialogo tra antropologia e la fede” per un autentico dialogo interreligioso.

Altro tema al centro della plenaria della Cedoi è stata la pastorale giovanile alla quale è connessa quella vocazionale. “Il futuro dei giovani è per noi una preoccupazione maggiore: dobbiamo innanzitutto amarli, ascoltarli, capirli senza giudicarli aiutarli nelle loro scelte”, sottolinea il documento che richiama la necessità di una maggiore sinergia tra la pastorale vocazionale e quella giovanile. Ai giovani e alle vocazioni sarà dedicata la prossima assemblea plenaria, fissata dal 31 luglio al 9 agosto 2018 a Mayotte, in sintonia con il tema del prossimo Sinodo dei vescovi a Roma.  (A cura di Lisa Zengarini)