Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Papa Francesco \ Documenti

Papa: gli oceani sono l'eredità comune della famiglia umana

Atollo nell'Oceano Pacifico - REUTERS

Atollo nell'Oceano Pacifico - REUTERS

di Roberto Piermarini

Papa Francesco ha inviato una Lettera, a firma del segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, per la IV Conferenza "Il nostro oceano. Un oceano per la vita" che si conclude oggi a Malta. Il documento è stato consegnato dal nunzio mons. Silvano Tomasi, membro del dicastero vaticano per lo Sviluppo Umano Integrale presente ai lavori della Conferenza.

Nella Lettera il Pontefice incoraggia gli sforzi per affrontare una serie di problematiche urgenti come il traffico di esseri umani, la schiavitù; le disumane condizioni di lavoro nell'industria della pesca e del trasporto commerciale, le opportunità di sviluppo delle comunità costiere e delle famiglie dei pescatori e la drammatica situazione delle isole minacciate dall'innalzamento del livello del mare. 

Gli oceani sono l'eredità comune della famiglia umana - scrive il Papa - . La cura di questa eredità non può farci ignorare l'inquinamento degli oceani con la plastica e la micro-plastica che entra nella catena alimentare causando gravi conseguenze alla salute della vita marina e dell'uomo. Riprendendo la Laudato si, Papa Francesco afferma che non possiamo rimanere indifferenti alla scomparsa delle barriere coralline - luoghi privilegiati della biodiversità marina - "trasformati in un cimitero siubacqueo privo di colore e di vita".

Il Papa ricorda come nella natura tutto è interconnesso e che gli oceani possono diventare una "risorsa fondamentale nella lotta alla povertà ed ai cambiamenti climatici", due fenomeni strettamente legati fra loro. Quindi ricorda la negligenza dell'uomo che usa gli oceani per lo smaltimento dei rifiuti tossici e utilizza mezzi sofisticati per le estrazioni minerarie dal fondo marino.

Gli oceani - conclude nel suo Messaggio francesco riprendendo ancora la Laudato si - ci ricordano la necessità di educare alla comunione l'umanità e l'ambiente e formare i giovani affinchè si prendano cura degli oceani ma anche ad aiutarli a crescere nella conoscenza e nella contemplazione della loro vastità e grandezza.