Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Asia e Oceania

Nordcorea, Kim: armi atomiche deterrente per sovranità del Paese

Il leader nordcoreano, Kim Jong Un - AFP

Il leader nordcoreano, Kim Jong Un - AFP

L'arsenale nucleare della Corea del Nord costituisce un 'potente deterrente' che garantisce la sovranità del Paese di fronte alle 'protratte minacce nucleari degli imperialisti statunitensi'. Questa l’affermazione del leader nordcoreano Kim Jong Un in una seduta del Comitato Centrale del Partito del Lavoratori. Kim ha anche nominato la sorella 28enne Kim Yo Jong a membro supplente del potente ente decisionale del Paese, il politburo, al posto della zia Kim Kyong Hee, che ai tempi del governo dello scomparso Kim Jong Il era una delle persone chiave nel governo.

Al leader nordcoreano, intanto, giunge un nuovo avvertimento dal presidente statunitense Donald Trump: con Pyongyang, "solo una cosa  funzionerà!", ha detto il presidente Usa, senza però specificare  'cosa'. In una serie di tweet, Trump ha lamentato che "presidenti e  amministrazioni hanno dialogato con la Corea del Nord per 25 anni... non ha funzionato" e che per fermare le ambizioni nucleari di Pyongyang  sono stati fatti accordi e "pagate ingenti somme di denaro", ma che "gli accordi sono stati violati prima ancora che l'inchiosto si asciugasse”.