Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Europa

"E' anti israeliana": gli Usa si ritirano dall'Unesco

Bandiera Usa davanti alla sede dell'Unesco - Parigi - REUTERS

Bandiera Usa davanti alla sede dell'Unesco - Parigi - REUTERS

Con la notifica formale del segretario di Stato Rex Tillerson, gli Stati Uniti si ritirano dall'Unesco, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura. Ad annunciarlo, la stessa direttrice generale dell'agenzia dell'Onu, Irina Bokova, che ha definito la decisione dell'amministrazione Trump "una perdita per il multilateralismo".

La decisione che "non è stata presa a cuor leggero - come si legge nel comunicato diramato dal Dipartimento di Stato americano - riflette le preoccupazioni degli Stati Uniti per il crescente arretramento dell'Unesco, per la necessità di una fondamentale riforma dell'organizzazione e per i suoi persistenti pregiudizi anti Israele".

Gli Usa, che già nel 2011 avevano sospeso il pagamento dei contributi per l'entrata della Palestina nell'organismo Onu, manterrano lo status di osservatori "allo scopo di fornire il contributo statunitense di visione, prospettiva ed esperienza".