Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Africa

Presidenziali in Liberia: in testa Weah. ma si profila il ballottaggio

Il calciatore George Weah, candidato alle presidenziali della Liberia - AP

Il calciatore George Weah, candidato alle presidenziali della Liberia - AP

di Paola Simonetti

In Liberia, in un clima di incertezza e confusione, emergono i primi risultati parziali delle presidenziali. Lo spoglio delle schede finora effettuato vede in testa la leggenda del calcio George Weah, che sarebbe in vantaggio sul rivale, il vicepresidente in carica Joseph Boakai. Ma, al momento, non è ancora possibile capire se il calciatore ha o meno i numeri per essere eletto alla presidenza al primo turno. Si profila dunque il ballottaggio.

Alle urne il Paese africano giunge in un clima di relativa calma, anche se i partiti rivali hanno già denunciato irregolarità sul voto. “Molto diversi fra loro, i due candidati parlano linguaggi diversi a distinte parti della popolazione", spiega Marco Di Liddo, analista del desk Africa del Centro Studi internazionali. "L’uno, Boakai, di lunga militanza politica moderata e l'altro, Weah, uomo del popolo, sentimentale, nuovo alla politica, che potrebbe spingersi verso una deriva populista. Tuttavia, entrambi sanno che si dovrà mettere mano alla seria condizione di povertà del Paese e cercare di spazzare via gli strascichi delle violente guerre civili che, negli ultimi decenni, hanno insanguinato la Liberia”.

Ascolta e scarica il podcast dell’intervista a Marco Di Liddo del Cesi: