Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Medio Oriente

Yemen: disperata situazione umanitaria. Appello di Onu e Croce Rossa per vie di accesso per gli aiuti

Paesaggio di distruzione in Yemen - EPA

Paesaggio di distruzione in Yemen - EPA

di Paola Simonetti

Disperata situazione umanitaria nello Yemen, da quasi tre anni  teatro di un sanguinoso conflitto interno, che schiaccia la popolazione fra due fuochi, i ribelli houthi e le operazioni militari della coalizione araba a guida saudita, che ha bloccato le vie di accesso alle operazioni di aiuto a scopo difensivo, in violazione della difesa di ogni diritto umano e civile. 

Onu e Comitato internazionale per la Croce rossa lanciano un accorato appello affinchè siano mantenute aperte tutte le frontiere per portare sostentamento agli yemeniti. "La mancanza di cibo, farmaci, presidi sanitari stanno minando la sopravvivenza di 27 milioni di civili, già indeboliti dal conflitto", ha sottolineato Iolanda Jaquemet, portavoce per il Medioriente, della Croce Rossa Internazionale.  

I combattimenti hanno distrutto gran parte delle infrastrutture di base e ha condotto il sistema sanitario sull'orlo del collasso, sottraendo alla popolazione la possibilità di ricevere un’adeguata assistenza. Ad aggravare la situazione dei cittadini anche una spaventosa epidemia di colera. “Una malattia del tutto prevenibile – sottolinea la Jaquemet - ma che attecchisce per la mancanza di acqua pulita e per una drammatica carenza di igiene”. 

La  patologia, se non trattata immediatamente, nel più del 50% dei casi porta alla morte. Fino ad oggi hanno perso la vita in Yemen oltre 1.700 persone, ma si stima che il numero sia destinato a crescere già dalle prossime settimane perché l’epidemia continua a diffondersi ad una velocità allarmante. In totale sono oltre 300 mila coloro che hanno già contratto la malattia, ma sale fino a 7 milioni il numero di persone che vive in aree ad alto rischio di trasmissione.

Ascolta e scarica l’intervista a Iolanda Jaquemet, portavoce per il Medioriente della Croce Rossa Internazionale: