Leggi l'articolo Vai alla navigazione

Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:

Mondo \ Italia

Don Ciotti: in una democrazia 'pallida' le mafie sono più forti

Don Luigi Ciotti - ANSA

Don Luigi Ciotti - ANSA

di Antonella Palermo

Don Luigi Ciotti, fondatore dell’associazione Libera - commentando le parole del Papa nell’omelia della messa a S. Marta di ieri in cui ha messo in guardia i cristiani dal cadere “nelle cordate della corruzione” - ha dato anche una lettura dei fatti di Ostia. Qualche stralcio dell’intervista di Antonella Palermo e, di seguito, l’audio integrale.

“Ciò che è successo, un gravissimo episodio, non deve oscurare la presenza di una altra Ostia, fatta di persone, associazioni che si ribellano a ogni forma di violenza e di sopruso”.

“L’aggressione è un fatto gravissimo ma occorre riflettere anche sulle condizioni che l’hanno resa possibile: quella mafiosità diffusa, la commistione di criminalità organizzata, politica ed economica che in diversi contesti ha raggiunto livelli allarmanti”.

“L’informazione vera, quella che va davvero a vedere come stanno le cose, è uno strumento indispensabile per aiutarci a capire i cambiamenti di fronte ai quali molti fingono di non vedere. Ben venga la indignazione generale, le manifestazioni e le iniziative di solidarietà, a patto che siano sincere, non occasionali, non strumentali”.

“Certamente c’è una democrazia molto 'pallida' nel nostro Paese. E quando la democrazia è pallida le mafie, la corruzione e l’illegalità sono più forti”.

Ascolta e scarica in podcast l'intervista a don Luigi Ciotti: