Social:

RSS:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:
Radio Vaticana

Home / Politica

Arriva l'Imu per le scuole paritarie. L'Agidae: rischio chiusura, licenzieremo 200 mila persone


Scuole cattoliche, e non solo, a rischio chiusura, non ce la fanno a reggere le nuove tassazioni: è l’allarme lanciato dall’Agidae, l’Associazione Gestori Istituti Dipendenti dall’Autorità Ecclesiastica. E adesso - secondo il regolamento del Ministero dell'Economia pubblicato in Gazzetta ufficiale - le scuole paritarie non pagheranno l'Imu solo se l'attività è svolta a titolo gratuito o se il ''corrispettivo simbolico è tale da coprire solo una frazione del costo del servizio, tenuto conto dell'assenza di relazione con lo stesso''. Alessandro Guarasci ha chiesto un commento al presidente dell’Agidae, padre Francesco Ciccimarra:RealAudioMP3

R. – Questa è la fine delle scuole cattoliche.

D. – Perché lei dice che è la fine delle scuole cattoliche?

R. – Perché nessuna scuola è gratuita. i docenti chi li paga? Con quali soldi? Tutte le scuole sono in fallimento, le chiuderemo in un anno, licenzieremo 200 mila persone, così tutti quanti saranno contenti. Ma questa è una follia.

D. – Come pensate di intervenire? Farete opposizione in qualche modo?

R. - C’è poco da fare opposizione. Io l’ho fatta a tempi opportuni, intervenendo ai convegni, facendo interviste. Fino a qualche mese fa sono stato attivo alla Camera, ho visto i presidenti delle varie commissioni parlamentari, ma il governo ha avocato a sé questo problema. Una cosa così distrugge tutto. Finiranno le opere cattoliche in Italia, non c’è dubbio. Io già giro l’Italia per fare contratti di solidarietà, con riduzioni dello stipendio del 25%, perché non ce la fanno ad andare avanti, avendo il governo dimezzato i contributi. Con la crisi economica delle famiglie e con l’Imu, sarà la fine delle opere cattoliche in Italia.