Social:

RSS:

App:

Radio Vaticana

la voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo

lingua:
Radio Vaticana

Home / Chiesa

Ungheria: celebrazioni per il centenario dell’eparchia di Hajdúdorog


Quest’anno ricorre il primo centenario della fondazione dell’eparchia di Hajdúdorog in Ungheria che è stata costituita dal re Francesco Giuseppe e dal papa San Pio X nel 1912 per i cattolici ungheresi di rito bizantino del Regno di Ungheria. Dopo la prima guerra mondiale l’eparchia di Hajdúdorog è stata l’unica circoscrizione ecclesiastica dei cattolici di rito bizantino nell’Ungheria ridimensionata nel trattato di pace di Parigi. Successivamente nel 1924 è stato eretto anche l’esarcato di Miskolc. Sono circa 270 mila i cattolici di rito bizantino di Ungheria che appartengono a queste due circoscrizioni ecclesiastiche. Nell’anno del centenario, l’eparchia di Hajdúdorog ha organizzato una serie di eventi: celebrazioni liturgiche, pellegrinaggi, eventi culturali e di carattere scientifico. L’estate scorsa un gruppo di 1500 ungheresi di rito bizantino ha già fatto un pellegrinaggio a Roma. Ieri l’eparchia di Hajdúdorog, l’Accademia d’Ungheria di Roma e l’Istituto Teologico Greco-cattolico Sant’Atanasio di Nyíregyháza ha organizzato una Giornata culturale a Roma, nella sede dell’Accademia d’Ungheria in Via Giulia 1 che ha avuto diversi avvenimenti: Alle ore 15 è stata inaugurata una Mostra fotografica sul passato e presente dei cattolici di rito bizantino di Ungheria da mons. Fülöp Kocsis, vescovo di Hajdúdorog. In seguito ha avuto luogo un Convegno scientifico con il titolo: “La fondazione dell'Eparchia di Hajdúdorog per gli ungheresi di rito bizantino nel contesto politico dell'Impero Austro-Ungarico” (1912). Sono intervenuti cinque studiosi dalla Germania, Austria, Romania ed Ungheria. Dopo il convegno il padre Manel Nin, rettore del Collegio Greco di Roma ha inaugurato una mostra di icone, intitolata "Liturgia e Arte. Icone d'oggi dall'Ungheria". Nelle aule di esposizione del Palazzo dell’Accademia d’Ungheria sono esposte icone di maestri ungheresi contemporanei. Questa mostra rimarrà aperta fino a gennaio. La Giornata ieri si è chiusa alle ore 20.30 con un concerto di musica sacra bizantina del Coro Maschile Sant'Efrem. La qualità del Coro Sant’Efrem è attestata da numerosi premi vinti in festival internazionali di musica sacra. Il concerto del Coro Sant’Efrem sarà ripetuto questa sera alle ore 20 nella Chiesa di Sant’Atanasio in via del Babuino. (A cura di padre Tamás Véghseő)

Ultimo aggiornamento: 30 novembre